Home > Vitigni > Schiava Grossa
Schiava Grossa
Caratteristiche - scheda vino
Sinonimi: schiavone, uva meranese, grossvernatsch, frankenthal, frankenthaler, trollinger.
Colore bacca: Bacca rossa
Diffusione originale: Alloctono
Vigoria: Ottima
Maturazione: Seconda metà di settembre.
Produttività: Abbondante e costante.
Zone di coltivazione: è particolarmente diffuso in Trentino-Alto Adige.
Storia del vitigno: intorno al XIII secolo si definivano schiave quelle viti che, contrariamente alle ?maiores? o ?maroche? allevate alte, venivano coltivate a basso ceppo, lungo i filari e legate fra loro. Con questo nome venivano quindi indicati vitigni molto diversi. Questo specifico vitigno, ?schiava gentile del Tirolo?, appare nell?opera del Molon (1906) e secondo il Rigotti (1932) è originaria dell?Alto Adige.
Caratteristiche ampelografiche: foglia grande, pentagonale, trilobata, pagina superiore bollosa, di colo re verde, opaca. Grappolo grosso, piuttosto lungo, cilindrico, a tronco conico, alato, compatto. Acino grosso, sferoide irregolare, buccia tenera, pruinosa, di colore blu nero.
Caratteristiche del vino prodotto con questo vitigno: Il vino che si ottiene con la schiava gentile ha una grande trasparenza ed un colore rosso rubino vivace. Il profumo è intenso e fruttato, sensazione piacevole che si ritrova anche nelle sfumature della persistenza aromatica. Al gusto esprime discreta morbidezza, con sensazioni pseudocaloriche e tanniche poco accentuate e, complessivamente, un buon equilibrio.