Home > Vitigni > Raboso Piave
Raboso Piave
Caratteristiche - scheda vino
Sinonimi: friularo, rabosa nera, raboso nostrano.
Colore bacca: Bacca rossa
Diffusione originale: Autoctono
Vigoria: Ottima
Maturazione: Seconda decade di ottobre.
Produttività: Abbondante e costante.
Zone di coltivazione: è diffuso nella provincia di Treviso e, marginalmente, in quella di Pordenone.
Storia del vitigno: sembrerebbe un vitigno autoctono della pianura trevigiana. Agli inizi del 1700, dal Friuli, come a quel tempo veniva chiamato il territorio che dall?Istria arrivava al Piave, sarebbe stato introdotto anche nel padovano, prendendo il nome di ?friularo?. Citato in più documenti del XVII e XVIII secolo della Repubblica Veneta.
Caratteristiche ampelografiche: foglia medio-grande, pentagonale, cuneiforme, trilobata e talvolta pentalobata, pagina superiore opaca, bollosa. Grappolo medio-grande, allungato, piramidale, alato, spargolo. Acino medio, sferoide, buccia pruinosa, giallastro- dorata, un po? punteggiata, sottile ed abbastanza consistente.
Caratteristiche del vino prodotto con questo vitigno: Dal raboso piave si ottiene un vino dal colore rosso rubino intenso, con profumo vinoso, fruttato floreale da giovane, con sentori di marasca e violetta e di frutta secca, più spiccati nel tempo. Al gusto è secco, sapido e caldo, dotato di buona struttura, con spiccata acidità e tannicità un pò rustica, che tendono a smussarsi con l'affinamento.