Home > Vitigni > Pignoletto
Pignoletto
Caratteristiche - scheda vino
Sinonimi: alionzina, aglionzina, pignolo, pignolino.
Colore bacca: Bacca bianca
Diffusione originale: Autoctono
Vigoria: Ottima
Maturazione: Fine settembre, inizio ottobre.
ProduttivitĆ : Non abbondante ma costante.
Zone di coltivazione: ĆØ prevalentemente diffuso in provincia di Bologna, dove raggiunge livelli qualitativi di assoluto interesse nelle aree collinari.
Storia del vitigno: di questo vitigno non esistono precise testimonianze scritte. Alcuni riferimenti alle ?uve pignole? sono del Tanara (1654). Certamente risulta coltivato da oltre un secolo sui colli bolognesi. Prima del riconoscimento, ottenuto con D.M. del 18/09/1978, fu oggetto di confusione fra vivaisti e viticoltori e scambiato per pinot bianco e anche riesling italico.
Caratteristiche ampelografiche: foglia pentagonale, trilobata, piĆ¹ lunga che larga, pagina superiore aracnoidea verde chiaro. Grappolo medio, lungo, quasi cilindrico, piuttosto serrato, raramente alato. Acino di media grandezza, leggermente ellissoidale, con buccia pruinosa, spessa e di colore giallo-dorato verdognolo.
Caratteristiche del vino prodotto con questo vitigno: Con il pigato si ottiene un vino dal colore giallo paglierino con leggeri riflessi oro-verde; il profumo ĆØ intenso, fruttato e floreale, con sentori vegetali e di erbe aromatiche. La struttura gustativa si basa su note sapide e fresche, supportate da buone componenti di morbidezza, media struttura e persistenza aromatica lunga e piacevole con scia ammandorlata.