Home > Vitigni > Pigato
Pigato
Caratteristiche - scheda vino
Sinonimi: non se ne conoscono. Il suo nome puo' derivare dalla voce dialettale "pigau", che significa macchiettato, o dal latino "picatum", che era un vino aromattizzato con pece.
Colore bacca: Bacca bianca
Diffusione originale: Autoctono
Vigoria: Buona
Maturazione: Ultima decade di settembre.
Produttività: Abbondante e costante.
Zone di coltivazione: è diffuso soprattutto nella Riviera Ligure di Ponente, in provincia di Savona, nella piana di Albenga e nella valle dell?Arroscia.
Storia del vitigno: vitigno, secondo alcuni studiosi, originario anticamente della Tessaglia (Grecia), arrivato in Liguria nel 1600 circa.
Caratteristiche ampelografiche: foglia di media grandezza, pentagonale e pentalobata, pagina superiore glabra. Grappolo medio, abbastanza compatto, corto, a forma conica, semplice, o alato. Acino medio sferoide allungato; buccia di medio spessore, pruinosa, di colore dorato-ambrato quando è ben esposta al sole e presenta macchie scure.
Caratteristiche del vino prodotto con questo vitigno: Con il pigato si ottiene un vino dal colore giallo paglierino con leggeri riflessi oro-verde; il profumo è intenso, fruttato e floreale, con sentori vegetali e di erbe aromatiche. La struttura gustativa si basa su note sapide e fresche, supportate da buone componenti di morbidezza, media struttura e persistenza aromatica lunga e piacevole con scia ammandorlata.