Home > Vitigni > Nosiola
Nosiola
Caratteristiche - scheda vino
Sinonimi: nosiola gentile, nosiola, groppel, spargelen; eronneamente chiamata anche dall'occhio bianco, durella, durello.
Colore bacca: Bacca bianca
Diffusione originale: Autoctono
Vigoria: Medio-Buona
Maturazione: Fine settembre, primi di ottobre.
Produttività: Abbondante ma irregolare.
Zone di coltivazione: è diffuso in Trentino nella valle dei laghi e in Veneto.
Storia del vitigno: non esistono citazioni storiche, tuttavia si ritiene che questo vitigno sia stato diffuso nel Trentino, come lo è tuttora, per lo meno dagli inizi del secolo scorso. Certamente in Trentino è il più antico vitigno d?uva bianca coltivato, e ha preceduto di decenni l?arrivo dei più altisonanti nomi francesi e tedeschi introdotti successivamente. La tradizione attribuisce l?etimologia del nome alla somiglianza degli acini prossimi alla maturazione al colore e alla forma delle nocciole.
Caratteristiche ampelografiche: foglia un po? meno di media, pentagonale, trilobata, pagina superiore glabra. Grappolo medio, compatto, allungato, cilindrico, un po? sottile e talvolta alato. Acino medio, sferoide, di forma regolare, con ombelico persistente; buccia di colore giallo-verdastra, qualche volta dorata, pruinosa.
Caratteristiche del vino prodotto con questo vitigno: Dalla nosiola si ottiene un vino dal colore giallo paglierino, con profumo abbastanza intenso e fruttato, con sentori di mela e nocciola. Il gusto è piacevolmente equilibrato tra freschezza e sensazioni pseudocaloriche, con media struttura.